Massaggio anticellulite: tecniche fai da te

Cristina Piotti
  • La nostra esperta ci spiega come fare un massaggio anticellulite fai da te. Ecco le tecniche per eliminare l'inestetismo.

    Il massaggio anticellulite si può fare a casa a patto di essere costanti.


    Massaggio anticellulite: come fare? Esistono diverse tecniche, il più famoso è il massaggio linfodrenante, e bisogna stare attente a quali prodotti usare, è importante sapere qualcosa anche sul nostro corpo e ricordare qualche buona abitudine, come idratarsi. Ma se si seguono i consigli della nostra esperta Lucia Piccini, massaggiatore sanitario di Milano, si potrà avere sicuramente qualche beneficio.

    Un automassaggio può infatti essere una buona soluzione per migliorare la microcircolazione, per dedicare un po' di tempo al benessere delle proprie gambe, e per cercare di cambiare in positivo, in linea generale, l'aspetto della pelle. Gli arti inferiori, spesso bistrattati, non potranno che ringraziare di qualche attenzione in più. E la temuta prova costume, se accompagnata da una dieta sana ed equilibrata e un po' di attività sportiva, come la corsa, non sarà un problema.

    Copyright foto: Fotolia
  • Il massaggio anticellulite funziona?

    I massaggi non risolvono il problema ma migliorano l'inestetismo.


    Quale parte della cellulite si può combattere con dei massaggi, ci chiediamo spesso? Sappiamo che c'è una forma di cellulite più difficile, quella fibrosa, che non può essere trattata se non con interventi più invasivi. Ma contro la ritenzione idrica, quell'accumulo di liquidi che crea inestetismi, il linfodrenaggio è sicuramente una delle tecniche più usate ed efficaci.

    Efficace ma non miracoloso, ricorda Lucia Piccini: "Si può arrestare l'evoluzione della cellulite e migliorare l'aspetto generale della gamba, ma non si può far scomparire gli inestetismi del tutto".

    Copyright foto: Fotolia
  • Come fare un massaggio anticellulite?

    Anche nel massaggio ci sono delle regole, non può essere sporadico.


    Non sempre ce ne rendiamo conto ma ci sono delle regole generali per i massaggi anticellulite, che ci assicurano un maggior effetto. "Prima di tutto, è importante essere costanti nel fare i massaggi, soprattutto se si ha la possibilità di fare un automassaggio", spiega Lucia Piccini. "Una volta al giorno con regolarità, sarebbe l'ideale. Il momento della giornata è indifferente, ognuno può trovare il più adatto alle proprie esigenze".

    Fondamentale anche non esagerare, neppure con l'intensità: "No ai massaggi troppo intensi, andrebbero a peggiorare la situazione nel lungo termine invece che a migliorarla". Attenzione però se si hanno i capillari fragili: prima del massaggio, consultare il medico.

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggio linfodrenante: come funziona

    Come dice la parola, il massaggio linfodrenante ha a che fare con la linfa.


    Come dice il termine, quello linfodrenante è un massaggio che tocca la linfa, spiega Lucia Piccini: "Il linfodrenaggio sfrutta la circolazione linfatica per 'scaricare' i liquidi in eccesso nella zona trattata donando un gradevole senso di leggerezza". Il primo effetto, quindi è la riattivazione del microcircolo e un senso di gambe leggere, che per qualcuna si traduce anche in un aumento della diuresi. Leggerezza non solo come sensazione, ma anche estetica: la pelle è più bella e ossigenata.

    Il beneficio è profondo: "Il massaggio agisce sugli strati superficiali del corpo per evitare che gli inestetismi evolvano. Si coinvolge la pelle e tutti gli strati sottostanti, senza agire sul muscolo sottostante. La circolazione linfatica viene coinvolta, così come quella sanguigna".

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggio anticellulite fai da te

    Il massaggio linfodrenante fai da te è una buona idea, basta sapere come farlo.


    La nostra esperta ce lo dice spesso: un massaggio fai-da-te si può fare senza rischi. Non sarà forse perfetto (ed efficace) come quello di un professionista qualificato, ma è un grosso aiuto e vedremo dei miglioramenti: "Per fare un buon massaggio è importante trovare prima di tutto un luogo e una posizione comoda, che non ci spingano a  fare un massaggio frettoloso. Poi, fondamentale scegliere una buona crema, magari con un'azione anticellulite mirata, e massaggiare dal basso verso l'alto sentendo il contatto della mano senza esagerare con la forza".

    I movimenti, piccoli e circolari, devono essere fatti con calma, ma senza premere troppo: "Meglio fare movimenti veloci e ripetuti piuttosto che lenti e profondi che andrebbero ad agire dove non vogliamo. Si procede quindi con movimenti circolari, sempre dal basso verso l'alto. Ed è importante massaggiare le gambe donando lo stesso tempo a entrambe".

    Copyright foto: Fotolia
  • Rimedi naturali contro la cellulite

    Anche alle terme e ai centri specializzati ci sono dei trattamenti ad hoc.


    Arriva il bel tempo e lo sappiamo già: la primavera è la stagione perfetta per la remise en forme. Alle terme o centri benessere offrono spesso massaggi a base di alghe del Mar Morto o estratti vegetali rimodellanti.

    In questo caso il massaggio, per applicare l'impacco, ha una funzione specifica: "In questo tipo di situazioni il massaggio lavora in sinergia con le sostanze che la pelle assorbe e ne amplia l'assorbimento", chiarisce Lucia Piccini. Per questo motivo, se si usano creme termali, impacchi o altri rimedi anticellulite, è necessario usare le stesse accortezze, così da rendere davvero efficace la loro azione.

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggio con olio: quale?

    Ci sono molti oli che si possono usare contro la cellulite, ecco i migliori.


    Dal ginepro al limone, dal geranio al rosmarino. Se si cerca un olio per massaggio anticellulite si trova un mondo senza fine. Si trovano spesso in commercio, ma il consiglio è quello di cercare di comprare degli oli biologici spremuti a freddo, e di conservarsi seguendo le indicazioni, senza lasciarli al sole o usare le boccette ben oltre la data di scadenza.

    La nostra esperta, poi, ci consiglia i suoi must: "Io consiglio spesso gli oli agrumati, per me, i migliori: quindi arancia, limone, pompelmo, mandarino. Da evitare però se poi si prenderà il sole, per evitare che macchino la pelle".

    Copyright foto: Fotolia
  • Scrub corpo fai da te

    Lo scrub è un ottimo aiuto, e agisce in sinergia con il massaggio.


    Cure miracolose, a questo punto sarà chiaro, non esistono. A meno di non ricorrere a trattamenti di chirurgia estetica, che però sono ben più invasivi e costosi. Sarebbe bene quindi prima provare la strada della costanza e dell'impegno, con una dieta anticellulite e attività aerobica.

    Ad esempio, per velocizzare i risultati, e sentire una pelle liscia e compatta, non c'è nulla di meglio di uno scrub, spiega Lucia Piccini: "Lo scrub predispone la pelle e la leviga donando il desiderato effetto velluto. E si può anche fare in casa, ad esempio con il caffè, anche quello usato della moka (farà meno effetto di quello fresco, ovviamente)". Ma l'effetto è quello desiderato: "Il caffè, come tutto ciò che è formato da microgranuli, è un ottimo scrub fai da te". Prepara la pelle al massaggio: olio o crema agiranno meglio e più in fretta.

    Copyright foto: Fotolia
  • Creme anticellulite: scienza e natura

    Anche le creme anticelulite usano i principi naturali.


    Ci sono creme che possono aiutare a ricompattare la pelle, migliorare la tonicità generale e favorire il microcircolo. Si tratta di un effetto estetico, adatto ad una forma di cellulite leggera: certo non sono in grado di curare il problema.

    Ma per trovare una buona crema ci si può affidare a quando detto fino ad ora e prediligere creme a base di elementi naturali come agrumi, centella asiatica, ippocastano. Oppure principi attivi come la caffeina e la Vitamina A.

    Copyright foto: Fotolia
  • Come togliere la cellulite? Con l'acqua!

    Tisane e infusi fanno bene, ma la cosa più importante è bere acqua, prima o dopo il massaggio.


    C'è chi prima o dopo un bel massaggio ama concedersi una bella tisana, o un infuso. "In realtà è l'acqua la bevanda da preferire sempre e comunque, a maggior ragione in estate in cui l'alta temperatura fa sudare e quindi necessitiamo maggior idratazione rispetto ai mesi invernali", ricorda Lucia Piccini.

    Come abbiamo visto poi, lo stretto legame tra la cellulite e il sistema circolatorio e linfatico fa sì che, semmai, il bere poco peggiori la situazione complessiva. Come già ripetuto, la cellulite ha una componente genetica, contro la quale poco si può fare, ma ci sorprenderà vedere come delle buone abitudini, come bere a sufficienza, sono in grado di favorire un miglioramento visibile della situazione.

    Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.