Non è un Paese per Giovani: il film sull'emigrazione italiana

Eva Carducci

Intervista video a Giuliano Sangiorgi e Giovanni Veronesi, rispettivamente autore della colonna sonora e regista del film Non è un Paese per Giovani, al cinema dal 23 marzo.


Un fenomeno noto ma troppo spesso silenzioso quello dell’esodo di un’intera generazione all’estero. Giovani che cercano la fortuna e il lavoro lontano dalla loro Patria. 
È delle difficoltà e delle incertezze legate a questa scelta che parla il nuovo film di Giovanni Veronesi, Non è un paese per giovani, con protagonisti Filippo Scicchitano e Sara Serraiocco.

 

È nato tutto da una trasmissione radiofonica, curata dal regista stesso, in cui raccoglie queste storie di vita vissute lontano da casa, e di cui nel film ha voluto mostrare soprattutto le difficoltà. Quando si è stanchi di non trovare nulla spesso ci accarezza il pensiero di voler lasciare tutto e partire, ma quali sono le reali conseguenze? Le difficoltà e soprattutto l’impatto con una cultura diversa dalla nostra?

I protagonisti volano infatti a Cuba - una nazione che in questi ultimi anni sta vivendo un cambiamento culturale, sociale e politico non indifferente - e vivono la maggior parte di questi cambiamenti in prima persona.

“Abbiamo girato per diverso tempo lì lo scorso anno, durante la visita del Presidente Obama, il concerto dei Rolling Stones e la sfilata di Chanel” ci racconta Filippo Scicchiatano, “tutti eventi epocali, considerando il recente passato di Cuba. È vero che in così poco tempo non si può conoscere una nazione, ma abbiamo avuto modo di vedere da vicino un popolo forte e fiero” ha aggiunto la co-protagonista Sara Serraiocco.

A firmare la colonna sonora Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, che ci ha raccontato nella nostra intervista video, come è stato “incastrato” dal regista Giovanni Veronesi.

Il film Non è un paese per giovani uscirà nelle sale italiane il 23 marzo.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.