Wonder Woman: l'importanza di essere una supereroina

Eva Carducci

Gal Gadot riporta al cinema Wonder Woman in Batman V Superman. In attesa di ritrovare la supereroina protagonista del suo primo film monografico, ecco  perché è importante questo ruolo.


Gal Gadot interpreta Wonder Woman nel film Batman v Superman, nelle sale dal 23 marzo.


È arrivato nelle sale cinematografiche italiane lo scontro più atteso fra due titani dell’universo DC Comics: Batman (Ben Affleck) contro Superman (Henry Cavill), il Pipistrello di Gotham contro l’Uomo d’acciaio di Metropolis.

Lo scontro è ora al cinema, diretto da Zack Snyder, già regista del capitolo monografico dedicato a Superman (Man of Steel – L’uomo d’acciaio), ma la cosa che colpisce di più è che i vincitori morali della sfida non sono i due supereroi, bensì l’unica donna con i superpoteri del film, Wonder Woman (interpretata da Gal Gadot).  

Diana Prince (aka Wonder Woman), principessa amazzone e guerriera dai poteri straordinari, fu creata dal fumettista William Moulton Marston nel 1941 per dare un simbolo da seguire alle donne: una figura forte e determinata, in grado di rivalorizzare il ruolo femminile non solo nell’universo fumettistico, anche nella società nel pieno del secondo conflitto mondiale.

Non solo Gal Gadot, la trentenne israeliana che dà vita al personaggio nel film di Zack Snyder, riesce a rendere omaggio a uno dei personaggi più amati: valore fondamentale avrà anche il primo film monografico realizzato su Wonder Woman, che arriverà nelle sale cinematografiche il 23 giugno 2017, diretto dalla regista Patty Jenkins. Al fianco della protagonista ci saranno altre guerriere forti e attrici del calibro di Robin Wright e Connie Neilsen.

Ritornando a Batman V Superman occorre dire che ci sono supereroine anche senza qualità soprannaturali: Lois Lane, ad esempio, la giornalista del Daily Planet e fidanzata dell’Uomo d’acciaio, riesce con il suo carisma a salvare spesso e volentieri la situazione quando si fa drammatica

Nell’universo cinematografico e televisivo supereroistico contemporaneo, quindi, sono molte le figure di spicco femminili. Donne forti, complesse, non relegate a meri oggetti, ma capaci di decidere le sorti e il destino del mondo tanto quanto le loro controparti maschili. Oggi più che mai, infatti, i ruoli femminili si affermano come pari di quelli del sesso forte (come la Vedova Nera, che tornerà a breve sul grande schermo in Captain America – Civil War, interpretata da Scarlett Johansson), e anche se c’è ancora molta strada da fare le premesse per un’ulteriore miglioramento sono quanto mai positive.     


Copyright foto: Kika Press

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.