Ambra Angiolini

Giulia Vola
Data di nascita: 22 aprile 1977
Luogo di nascita: Roma
Paese: Italia
Segno zodiacale: Toro

Ambra Angiolini.

Ambra Angiolini, nata a Roma il 22 aprile 1977, è uscita allo scoperto ad appena 15 anni. Correva l’anno 1992: la ragazzina mora che si fece notare nel varietà estivo di Canale 5 Bulli e Pupe per l’interpretazione - mimica, la voce era quella di una corista - di Poster di Claudio Baglioni, sarebbe diventata semplicemente Ambra nel giro di poche settimane. Perché il programma era presentato da Paolo Bonolis e diretto da Gianni Boncompagni e quest’ultimo, intraviste le potenzialità della fanciulla, l’autunno successivo la infila nel cast della seconda edizione di Non è la Rai. Il resto è storia. 

Ad Ambra basta un anno a prendere le misure al mondo che la circonda: la televisione, la popolarità, le baby colleghe e il programma, capace di diventare un fenomeno di costume ancora prima che una pietra miliare del piccolo schermo in salsa italiana. 

Nella terza edizione Ambra conduce il programma e hai voglia a questionare sul celebre auricolare con cui Boncompagni la guidava dalla regia: aveva talento e grinta da vendere, e oltretutto sapeva come usarli. Durante la quarta edizione debuttò come cantante con T’appartengo: 370 mila copie, tre dischi di platino e uno d’oro

A quel punto, Ambra appartiene ormai a tutti: c’è chi le fa il verso, chi si strugge più o meno segretamente per lei, chi la critica ferocemente, chi la corteggia spudorato. Parlatene bene o parlatene male, si parla moltissimo di Ambra. 

Avanti con la musica, avanti con la tv: conclusa nel ’95 la stagione di Non è la Rai arrivano in sequenza Generazione X, Super. Arriva anche Sanremo, dove conduce il Dopofestival del 1995 lavorando con Pippo Baudo: per arrivare al Festival della Canzone ebbe qualche frizione con Mediaset – c’era di mezzo un contratto di esclusiva -. Anni dopo Ambra ha raccontato di aver addirittura scritto all’allora premier e proprietario di Mediaset Silvio Berlusconi per ottenere la liberatoria necessaria. 

Intanto nella sua vita era entrata anche la radio (Luci e Ambre). In quegli anni Ambra lavora molto tra musica e tv, è tra i protagonisti fissi del Festivalbar e diventa popolarissima grazie alle edizioni spagnole delle sue canzoni tanto a Madrid e dintorni quanto in tutto il Sudamerica, terra d’elezione per le ragazzine prodigio. 

Telecom la scrittura per la pubblicità delle carte telefoniche: il suo viso sarà stampato su quelle da 5, 10 e 15 mila lire, oggi chicche per collezionisti. Ambra torna a Sanremo (1997) per lavorare, già che c’era, anche con l’altro mostro sacro della tv italiana. Il collega era un certo Mike Bongiorno, la trasmissione Sanremo Top. Ma non c’è spazio solo per l’impegno leggero nella carriera della ragazza di Non è la Rai: nel 2000 Ambra recita in una commedia di Plauto, I Menecmi: eccola lì, la ragazza dell’auricolare sette anni dopo. 

Serviranno altri sette anni per portare la sua carriera stabilmente nel firmamento del cinema. Anche in questo caso Ambra entra in scena dalla porta principale, confermando la sua intelligenza e abilità nell'accostare leggerezza e profondità. Debutta con Ferzan Ozpetek, che la chiama a interpretare una ragazza tossicodipendente maniaca di oroscopi in Saturno contro (2007). Seguono David di Donatello, Nastro d'Argento, Ciak d'Oro e Globo d'Oro

L’anno dopo è in Bianco e nero di Cristina Comencini, e interpreta la moglie tradita di Fabio Volo. Poi lavora con Paolo Genovese in Immaturi (2011), dove è una ninfomane che si ritrova a studiare nuovamente per la maturità insieme con gli ex compagni di liceo. (Il film ha anche un sequel del 2012, Il viaggio). Sempre nel 2011, lavora anche in Notizie degli scavi, ultima pellicola firmata da Emidio Greco. Seguono Viva l'Italia (2012) e Mai Stati Uniti (2013) dei Vanzina, e Stai lontana da me (2013). 

La serie dei film leggeri è interrotta con il ruolo in Ti ricordi di me? (2014), diretto da Rolando Ravello. Ambra interpreta una ragazza che soffre di amnesie temporanee e dà, dice la critica unanime, una delle prove migliori delle sue capacità di attrice. Sempre nel 2014 è anche su set di Un Natale stupefacente con Lillo e Greg, mentre il 2015 le regala La scelta di Michele Placido, libera trasposizione della pièce di Luigi Pirandello L'innesto

Riservata e monogama, Ambra è fidanzata da tredici anni con il cantante Francesco Renga, da cui ha avuto due figli: Jolanda (nata nel 2004) e Leonardo (nato nel 2006). In una recente intervista ha dichiarato: "Già a 15 anni volevo avere bambini. C'è chi sogna di diventare ballerina e chi di diventare mamma. Io avevo quel sogno lì e come hobby danzavo". E ancora: "Il mio primo amore, quello che ho riconosciuto come tale, è stato quello per i figli. Con Jolanda e Leonardo ho imparato l'umiltà di dare senza chiedere".

Copyright foto: Kika Press

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.