Arriva un fratellino! Ecco come spiegarlo al primogenito

Arriva un fratellino: ecco qualche consiglio pratico per preparare il primogenito al lieto evento. Il segreto? Iniziare presto e non temere di coinvolgerlo.
 

Arriva un fratellino: ecco qualche consiglio pratico per aiutare i futuri genitori bis a coinvolgere il primogenito nella dolce attesa numero due. © Tatiana Kostareva/123rf


Arriva un fratellino! Una notizia, certamente bellissima, che - però - è destinata, in maniera altrettanto inesorabile, a cambiare la vita di tutti i componenti della famiglia, specialmente del primogenito che dovrà cedere il suo trono di baby sovrano della casa (e delle attenzioni di mamma e papà) ad un neonato con il suo annesso e connesso di pannolini, notti insonni, allattamenti e coliche. Non solo, però. Come i genitori sanno bene quel piccolo essere vivente sarà anche destinato a sostenere il fratello o la sorella maggiore in ogni istante della vita futura, instaurando con lui un legame che non conoscerà eguali. Un rapporto, insomma, certamente importantissimo che, però, si deve posare su basi solide, basi che devono essere costruite anche dalla mamma e dal papà già a partire dal periodo della seconda gravidanza. Ecco qualche consiglio pratico per riuscire nell'impresa.


Fratellino in arrivo: come prevenire la gelosia?

Anche se è ancora piccolo, il vostro primogenito merita una spiegazione sulla nuova gravidanza. Inutile fargli credere che aspettiate un bambino per “fargli piacere”, per “regalargli” un fratellino o una sorellina. Insomma, inutile "illudere" il grande facendogli credere che sarà per sempre l'unico centro delle vostre attenzioni, meglio - al contrario - abituarlo fin da subito alla nuova situazione che si profila all'orizzonte, coinvolgendolo - per quanto possibile - e preparandolo in anticipo ai cambiamenti imminenti. Un buon suggerimento, in questo caso, potrebbe essere quello di regalare al piccolo una bambola-neonato spiegandogli che i bimbi molto piccoli hanno bisogno di essere accuditi e coccolati e impegnandovi, insieme, nella gestione del giocattolo.
 

Arrivo di un fratellino: no alle false aspettative

Nel periodo del coinvolgimento del primogenito che precede l'arrivo di un fratellino, sarà importante essere capaci di trasmettere il fatto che un neonato non sarà - almeno nelle prime fasi della vita - un "perfetto compagno di giochi". Presentare il fratellino in arrivo come un complice ideale di mille avventure, infatti, avrà la sola conseguenza nell'immediato di creare frustrazione nel primogenito che, aspettandosi un compagno di calcio o un'amica preziosa nel the con le bambole, si troverà di fronte un neonato urlante e inizialmente ben poco reattivo. Come fare, quindi? La scelta più saggia è quella di spiegare al primogenito che il nuovo arrivato avrà bisogno di un po' di tempo per diventare un compagno di giochi ma che, quando succederà, il legame tra loro sarà destinato a rafforzarsi ogni giorno di più.
 

Nascita del secondo figlio: parlarne, parlarne, parlarne

Una mamma stanca, con il mal di schiena, sempre dal medico, che passa dal riso al pianto nel giro di poche ore, può far preoccupare un figlio. La soluzione: spiegare che cosa vi sta accadendo, anche in maniera molto semplice, in modo che il vostro bambino possa capire che la gravidanza è un fenomeno normale. Approfittatene per spiegargli cosa succederà nei prossimi mesi parlando anche del ricovero in ospedale, quando il suo papà (o altre persone) si occuperà di lui e del ritorno a casa con il bebè e, di conseguenza, alle prese con i bisogni di un bambino appena nato. Un altro suggerimento, a questo proposito, è quello di coinvolgere il primogenito mostrandogli quanto il suo aiuto sia prezioso. Proprio questa, infatti, è l’occasione per dimostrargli quanto il suo aiuto conti nella vita della vostra famiglia aiutandolo ad accettare il suo nuovo status, quello del fratello maggiore.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.