Cartoni Disney: cosa ci hanno insegnato?

Eleonora Chiais
  • I cartoni Disney, proprio come le favole classiche, sono importanti nella crescita dei bambini perché trasmettono una morale e tanti insegnamenti. Ecco i più importanti.
     

    L'amore fraterno tra Anna ed Elsa è la leva che permette alla primogenita di controllare i suoi poteri. © YouTube


    I cartoni Disney? Sono ricchissimi d'insegnamenti importanti che vanno dall'amore fraterno (che permea Frozen) all'importanza del "saper accogliere" de La carica dei 101, dalla necessità di superare i propri limiti che spinge Semola ad estrarre La spada nella roccia alla capacità di affidarsi agli altri che permette a Cenerentola di diventare una principessa. E ancora. La centralità della famiglia, non per forza tradizionale, di Lilo & Stich, le radici e l'obbligo di impegnarsi in prima persona ne Il Re Leone, la necessità - allo stesso tempo - di "recidere il cordone ombelicale - in Oceania. Tra classici intramontabili e new entry nella cinematografia per bambini e famiglie, ecco quali sono - secondo noi - gli insegnamenti più importanti dei cartoni Disney.


    Frozen - Il regno del ghiaccio (2013)

    Anna ed Elsa, protagoniste di Frozen - Il regno del ghiaccio, sono due sorelle affiatatissime che, a causa dei poteri della primogenita Elsa, sono costrette ad allontanarsi. Il rapporto che le lega, però, non verrà meno malgrado la lontananza e quando Elsa imparerà a controllare il suo "dono" (vissuto sia da lei che da chi le sta accanto in un primo momento come una maledizione) finalmente le due potranno coronare il loro sogno fraterno di vicinanza.

    L'insegnamento: Ciascuno è diverso, ma l'amore che lega i fratelli è in grado di superare ogni avversità dando ad entrambi la forza di essere ciò che si è.

  • Cenerentola (1950)

    La dolce Cenerentola è sempre disposta ad aiutare gli altri ma, allo stesso tempo, è anche capace di chiedere aiuto. © YouTube


    L'importanza del saper dare (e del saper chiedere) aiuto, è centrale in Cenerentola, il film d'animazione firmato Walt Disney diffuso nel 1950 che riprende la trama della fiaba tradizionale. La storia è nota: Cenerentola, orfana affidata a un'orrida matrigna che s'installa nella sua casa in compagnia delle due perfide sorellastre costringendola ad assolvere alle faccende domestiche più dure,  può contare sul sostegno della fata madrina che, grazie al suo aiuto, le permetterà di affrancarsi dalla prigionia domestica diventando nientemeno che principessa.

    L'insegnamento: Nella vulgata popolare la morale di Cenerentola è che "le scarpe giuste ti cambiano la vita" ma, in realtà, la morale della favola è ben più profonda. La piccola orfanella diventata principessa, infatti. è la dimostrazione del fatto che dare aiuto è importante ma che - allo stesso modo - è importante saperlo chiedere, imparando a delegare quando serve.

  • Il Re Leone (1994)

    Il Re Leone, attraverso il piccolo Simba, mostra l'importanza delle radici ma sottolinea anche la necessità di lottare per ottenere la giustizia. © YouTube


    Il Re Leone, cartone Disney tra i più celebri datato 1994, è la messa in immagini dell'umana dicotomia tra l'Hakuna Matata e l'obbligo (in primo luogo morale) di assumersi le proprie responsabilità. Il piccolo leoncino Simba, erede - di diritto - al trono, viene allontanato dallo zio calcolatore Mufasa che dopo aver ucciso il fratello nonché padre del leoncino fa credere a quest'ultimo di essere il vero responsabile della morte paterna e convincendolo a scomparire per assumere lo scettro del sovrano. Simba, dopo una parentesi (abbastanza lunga) trascorsa nella spensieratezza del "dolce far nulla" si rende conto delle sue responsabilità e decide di affrontarle.

    L'insegnamento: "Il passato può fare male, ma dal passato puoi scappare oppure imparare qualcosa". Questo cartone insegna l'importanza delle radici e la necessità di non venire meno alle proprie responsabilità. In secondo luogo, e consequenzialmente, poi, spiega anche che la bramosia di potere quando è fine a se stessa non porta nulla di buono. Due morali sempre attuali.

  • La bella e la bestia (1991)

    La bella e la bestia è un cartone Disney del 1991 che resta strettamente attuale perché insegna l'importanza di superare le apparenze. © YouTube


    La bella e la bestia, oltre ad essere stato il primo cartone candidato all'Oscar come Miglior film (anche se poi dovette accontentarsi delle due statuette come Miglior canzone e come Miglior colonna sonora), è anche - tra i cartoni Disney - quello con la morale più chiara in assoluto. Tutto si riassume nella frase "La vera bellezza è nel cuore" informazione, questa, che evidentemente sfuggiva al protagonista (il giovane principe di bell'aspetto ma, spiega la storia, viziato e crudele) trasformato appunto per la propria incapacità di andare oltre le apparenze in orrenda bestia da una fata di passaggio. La storia è celeberrima: dopo la trasformazione il principe si nasconde nel castello e qui arriva Belle che, semplice ragazza di campagna dall'animo nobile, è capace a superare le apparenze regalando al padrone di casa la salvezza.

    L'insegnamento: Andare oltre le mere apparenze è fondamentale ma, per riuscirci, è indispensabile superare i propri limiti e concedere a tutti una possibilità.

  • La carica dei 101 (1961)

    La carica dei 101 insegna l'importanza dell'accoglienza e della collaborazione insegnando che le imprese che, da soli, sembrano impossibili si possono realizzare in gruppo. © YouTube


    Accoglienza e collaborazione sono i concetti chiave de La carica dei 101, fortunatissima pellicola Made in Disney datata 1961. Due insegnamenti che rendono il cartone in questione strettamente attuale spiegando, a grandi e piccini, che collaborare è indispensabile e che accogliere lo è (almeno) altrettanto. La trama: nel neo-formato ménage familiare dei due dalmata Pongo e Peggy (recentemente diventati genitori) e dei loro "amici" umani Rudy e Anita, irrompe la perfidia di Crudelia De Mon (tra i cattivi più cattivi di casa Disney), designer di pellicce interessatissima a scuoiare i neonati cagnolini per ottenere capispalla. Un obiettivo, questo, che ovviamente i coraggiosi genitori a quattro zampe ostacolano in ogni modo riuscendo - grazie ad una collaborazione canina che si estende per chilometri e chilometri - ad evitare il peggio, salvare i propri cuccioli (e anche quelli acquistati ad hoc per lo scopo) e portare tutti a casa dove Rudy e Anita, senza esitazioni, decidono di adottare i cuccioli in massa per dar vita ad un allevamento di dalmata.

    L'insegnamento:  La prima morale del cartone è la necessità della collaborazione perché, spiega la storia, solo un lavoro comune può portare a risultati concreti (e apparentemente impossibili). Il secondo insegnamento, invece, è quello della componente umana del racconto che postula la necessità di accogliere chi ne ha bisogno 

  • Lilo & Stitch (2002)

    Lilo&Stitch insegna che l'amore permette di superare anche i limiti "genetici" apparentemente insormontabili. © YouTube


    Creato per distruggere e annientare, l'Esperimento 626 deve essere esiliato su un asteroide per volere della Federazione Galattica ma, durante il suo spostamento nella località designata per l'esilio, arriva sulla Terra e diventa parte di una famiglia. Questa è la trama di Lilo & Stitch, la pellicola Disney datata 2002, che narra delle vicende della orfana Lilo, rimasta sola al mondo in compagnia della sorella maggiore, e dell'alieno Stitch che, scambiato per un cane, riesce a modificare la sua stessa natura quando trova l'amore.

    L'insegnamento: La famiglia è importante ma non esiste solo quella tradizionale. Ecco l'insegnamento di Lilo &Stitch che spiega anche come ciascuno sia in grado di superare quello che sembra un destino già scritto quando incontra l'amore.

  • La Sirenetta (1989)

    La Sirenetta insegna che i sotterfugi si rivelano spesso una scelta sbagliata. © YouTube


    Tratto dalla famosissima fiaba di Hans Christian Andersen, La Sirenetta è un cartone Disney del 1989 che racconta la storia della principessa Ariel che, figlia prediletta del Re Tritone, s'innamora di un umano ed è pronta a tutto pur di stargli accanto. Dopo aver sottoscritto un contratto con la perfida Ursula (che, in cambio della sua voce, la trasforma in umana con l'obbligo di farsi baciare dal bel principe in un tempo prestabilito) si reca sulla terra ma sembra non riuscire nel suo intento almeno fino al salvifico intervento finale dell'amatissimo padre.

    L'insegnamento: Cercare escamotage per raggiungere i propri obiettivi non è mai una scelta saggia e questo, l'esperienza della sirenetta Ariel, lo spiega bene. 

  • La spada nella roccia (1963)

    La spada nella roccia è un cartone Disney del 1963 che spiega quanto è importante rischiare per potersi migliorare. © YouTube


    Semola, dopo una vita da scudiero alla ricerca costante del miglioramento e della fantasia, riuscirà ad estrarre la spada della roccia diventando, così, il Re. Un obiettivo, questo, che il giovanissimo garzone non aveva mai nemmeno osato sognare contravvenendo - seppur involontariamente - agli insegnamenti impartitegli da Mago Merlino, aiutante magico e primo supporter del giovane protagonista.

    L'insegnamento: La morale di questo cartone Disney è un - molto prosaico - "Chi non risica non rosica", insegnamento che al giovane Semola viene impartito dal suo consulente fatato che, senza tanti giri di parole, lo sprona: “Se tu non rischierai, nulla mai rosicherai”.

  • Oceania (2016)

    Oceania è il cartone Disney uscito nel 2016 e spiega a giovani e meno giovani la necessità di tagliare il cordone ombelicale (prima o poi). © YouTube


    Oceania è il cartone Disney del 2016 che racconta le vicende di Vaiana, giovanissima polinesiana, scelta dalla Terra stessa per ripristinare un'armonia da tempo perduta. Per riuscire in questo scopo, però, la giovane erede del capo villaggio deve superare i limiti imposti dal padre, tagliando il cordone ombelicale per riuscire a portare a compimento un compito di carattere superiore.

    L'insegnamento: Dopo tanti cartoni Disney incentrati sull'importanza della famiglia e sul rispetto di questa, Oceania insegna anche l'importanza di separarsi dalle proprie radici, diventando adulti e autonomi e lottando per raggiungere i propri obiettivi.

  • Toy Story (1995)

    Toy STory è il primo cartone Disney interamente realizzato con la tecnica del computer grafica e spiega l'importanza della collaborazione. © YouTube


    Primo cartone Disney ad essere completamente realizzato con la tecnica della computer grafica, Toy Story racconta il mondo (nascosto) dei giocattoli spiegando le dinamiche che muovono questi personaggi solo apparentemente inanimati. Tra baruffe, litigi, alleanze e collaborazioni i protagonisti della storia riusciranno a trovare un loro equilibrio.

    L'insegnamento: Il primo insegnamento di Toy Story è, semplicemente, quello del rispetto delle cose che - solo apparentemente inanimate - nascondono, in realtà, sentimenti e peculiarità individuali. La seconda morale, invece, è un po' più ampia e spiega la necessità della collaborazione, tematica amatissima in casa Disney.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.