Streptococco nei bambini: cos’è e come si presenta?

Eleonora Chiais

Lo streptococco è un batterio dall’elevata carica patogena che, quando si presenta in un’infezione, può causare sintomi molto diversi tra loro. Ecco quali sono e come riconoscerli.
 

Streptococco nei bambini: come riconoscerlo? La presenza del batterio normalmente si palesa con sintomi che possono essere fraintesi come mal di testa e febbre. © Александр Ермолаев/123rf


Lo streptococco nei bambini è piuttosto comune e questo batterio, dall’elevata carica patogena, si presenta più spesso di quanto non si creda. La sua apparizione è generalmente legata alle stagioni fredde - in concomitanza con influenze e raffreddori con i quali può essere confuso per i sintomi simili - ma non sono escluse comparse in periodi diversi dell’anno. Il contagio dell’infezione batterica da streptococco avviene, infatti, tramite le vie aeree ed è per questo che, per entrare in contatto con il batterio, basta semplicemente trovarsi in prossimità di un colpo di tosse o di uno starnuto di qualcuno affetto da questa infezione. Tra le cause, poi, spesso può giocare un ruolo importante anche la frequentazione di ambienti chiusi e affollati (in primo luogo, per i piccoli di casa, asili nido e scuole d’infanzia): ecco come riconoscere i sintomi e come si cura l'infezione.

Sintomi streptococco nei bambini: come riconoscerli?

I sintomi dello streptococco nei bambini non sono sempre facili da riconoscere perché sono simili a un semplice raffreddore. Dopo il periodo di incubazione (che generalmente è di tre o quattro giorni), infatti, i disagi più evidenti sono il mal di gola e il calo dell'appetito che possono poi essere seguiti da qualche linea di febbre. Talvolta, poi, a questa sintomatologia si accostano eruzioni cutanee, dolore alle orecchie e mal di testa ma, l'unico modo per avere una diagnosi certa della presenza del batterio (e della sua tipologia) consiste in un consulto con un pediatra che potrà decidere di sottoporre il piccolo paziente a un tampone faringeo che, dopo le necessarie analisi in laboratorio, darà il responso in un arco di tempo che spazia dalle 24 alle 48 ore.

Infezione da streptococco nei bambini: come si cura?

Trattandosi di un'infezione di origine virale generalmente il medico non consiglierà una cura antibiotica che invece si renderà indispensabile per combattere lo streptococco betaemolitico di gruppo A che ha complicanze più importanti e quindi deve essere trattato con una terapia ad hoc. Quello che normalmente il pediatra consiglierà sarà un rimedio farmacologico (comunemente del paracetamolo) per abbassare la febbre

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.