Festeggiare 40 anni in modo originale: sul tram, in aria o senza veli?

Giulia Vola

Proposte per lei, per lui e per gli amici: ecco qualche spunto per festeggiare l'ingresso negli Anta in maniera divertente e originale.  

Un week end in barca con gli amici di una vita per festeggiare in maniera indimenticabile i 40 anni. © dolgachov/123RF


Festa dei quarant'anni: location unica

Al bando tristezza e nichilismo: i quarant’anni non solo si festeggiano ma, possibilmente, anche in maniera originale. L’ingresso negli anta è un traguardo importante e, pertanto, da ricordare. E allora perché invece del solito weekend romantico o della solita festa, magari a tema, non spingersi oltre, organizzando un party in una location davvero unica? Per esempio in un rifugio in montagna che d’inverno si raggiunge solo in motoslitta e d’estate solo dopo una bella passeggiata nei boschi? O in uno dei fari in giro per le coste del Mediterraneo? E ancora:  chi se lo può permettere può organizzare un week end in barca con gli amici di una vita, i più glam possono noleggiare un battello (fiume o lago permettendo), i più urban chic magari un tram, i più nostalgici attrezzare una spiaggia o un prato con tovaglie, tramezzini, birre e chitarre. I più innamorati potranno anche decidere per la soluzione "due cuori e una capanna" riservano una stanza in uno degli hotel dei villaggi sugli alberi.


Festa a sorpresa: 40 anni senza veli

Per una festa a sorpresa davvero indimenticabile, si può organizzare un body painting party: vedere la faccia del festeggiato quando apre la porta ai primi ospiti senza veli (o vestiti il minimo indispensabile) e con il corpo dipinto da un body painter professionista (con tanto di vernici fluorescenti per magici giochi notturni) ripaga della fatica necessaria a organizzarla. A cominciare dall’opera di persuasione per convincere gli amici a spogliarsi. Consiglio: per dare un incentivo in più si può organizzare la serata a mo’ di evento di beneficenza e devolvere l’incasso a un progetto che sta a cuore al neo 40enne.


Quarant'anni e non sentirli: a tutta adrenalina

Gli sportivi e i temerari o, per contrappasso, chi prima degli anta non si è spinto oltre il ping pong e le freccette, può cogliere i 40 anni per regalarsi (o farsi regalare) un’esperienza adrenalinica: dal lancio con il paracadute al volo in deltaplano o mongolfiera, passando per il rafting o il canyoning, le possibilità sono infinite.


Quarant'anni all'opera

Infine, perché non festeggiare i 40 anni a teatro, rigorosamente all’opera? Anche in questo caso la sorpresa dev’essere organizzata nei minimi dettagli alla ricerca dell’effetto Pretty Woman (aereo privato e collier esclusi a meno che non possiate permetterveli, s’intende). Pertanto, visto che i posti migliori a teatro sono i primi ad esaurire, prenotate con largo anticipo. La sera dell’evento raccomandate al festeggiato di essere puntuale (il rischio è rimanere fuori, a teatro sono inflessibili), indossate il vostro abito migliore, fategli trovare il suo pronto e poi lasciate che la magia della lirica faccia il resto.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.