Cucina bianca: moderna, country, chic

Giulia Vola

La cucina bianca è la scelta giusta non solo se lo spazio è piccolo: grazie alla versatilità nella personalizzazione, regala effetti minimal, country o shabby chic.

Cucine moderne? Cucine bianche, purissime: la personalizzazione nei dettagli.. © skdesign/123RF


Cucine piccole? Cucine bianche!

A seconda delle rifiniture, la cucina bianca si declina nello stile essenziale, glam o materico: si fa extra minimal, di design o urban chic se total white o se abbinata all’acciaio, agli elettrodomestici neri e ai decori grafici. Diventa country e shabby chic quando si gioca con pareti dipinte a contrasto, pensili tono su tono, finiture decapate, tavoli in legno e arredi vintage. E se in una cucina piccola - soprattutto lunga e stretta -, è la soluzione migliore per amplificare i volumi, la cucina bianca è un intramontabile must che difficilmente stufa e facilmente si rinnova.


Cucine moderne, cucine total white

Moderna, minimalista ed essenziale: opaca o lucida che sia, la cucina di design fa del total white il marchio di purezza dello stile. Le linee sono rigorose, le maniglie spesso a gola, i pensili lisci e quasi nulla è lasciato a vista. A fare la differenza sono gli abbinamenti: dipingendo una parete d’avorio, beige o con una delle infinite sfumature del tortora, si attenua l’effetto minimal e si dà un tocco di raffinatezza chic. Viceversa, muri dipinti in antracite o grigio intenso, contrasti con elettrodomestici neri o d’acciaio, spostano l’accento sul design. Per un effetto urban chic, infine, sono benvenute le decorazioni per pareti glam a contrasto: pittura lavagna, pannelli grafici, rivestimenti lucenti (su tutti quelli argentati). Infine, per smorzare l’effetto glaciale, basta inserire qualche arredo colorato o in legno: da un tavolo bar alle sedie.


Cucine country, rustiche, shabby

In cucine country o shabby il bianco non è mai assoluto. © breadmaker/123RF

In cucine country, rustiche o shabby il legno, la pietra, il cotto, la muratura e i mobili vintage sono i protagonisti indiscussi. A seconda dei gusti e delle disponibilità, la cucina bianca può essere in muratura o meno: la condizione imprescindibile è che il bianco non sia mai assoluto e ci sia spazio per esporre i dettagli. Tradotto: top in granito, lavandini in pietra, paraschizzi di mosaico, maniglie in ottone, pensili in legno decapato, strutture in muratura rivestite con piastrelle ad hoc. Per rispettare il mood, la cucina bianca dev’essere inoltra dotata di mensole per riporre a vista gli utensili (vasetti in vetro, scatole in alluminio, servizi in ceramica, cestini in vimini). In caso di cucina a isola con struttura in muratura una soluzione originale è creare una libreria, perfetta per riscaldare l’atmosfera. Infine, la presenza di un elettrodomestico, un tavolo, sedie una credenza vintage riscalderanno la cucina bianca con un tocco d’inconfondibile personalità.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.