Letto alla turca: divano di giorno, giaciglio di notte

Giulia Vola

Il letto alla turca è la soluzione per gli appartamenti piccoli grazie alla sua struttura che di giorno ne fa un divano e di notte un giaciglio. Senza dimenticare armadio e libreria a ponte. 

Il letto alla turca può essere in legno, ferro battuto o muratura. © piccaya/123RF


La soluzione salva spazio per una casa piccola è il letto alla turca. Perfetto per gli amanti dello stile etnico ma facilmente declinabile a tutti i gusti in fatto di idee di arredamento, il letto alla turca è infatti un divano pieno di cuscini di giorno e un comodo giaciglio (singolo o una piazza e mezzo) di notte ideale per gli appartamenti monolocali. Non solo: in virtù della sua struttura a ponte che prevede un armadio o una libreria sovrastanti, ogni cosa trova il suo posto.

Nel rispetto della tradizione, i letti alla turca più diffusi hanno un design compatto e massiccio e sono realizzati in legno lucido e scuro, con la stessa manifattura ed eventuali decorazioni dell’armadio o della libreria coordinati, e in ferro battuto, solitamente con motivi geometrici che ornano il lato corto.

Tuttavia, vista la grande diffusione anche in Occidente, ne esistono modelli dallo stile moderno, laccati e di design. Inoltre, dal momento che il lato lungo sfrutta la parete della stanza, è possibile costruirne anche uno in muratura sfruttando le potenzialità del cartongesso e fare la felicità dei gusti più moderni e, perché no, magari realizzare dei cassetti nella parte bassa o una cabina armadio fai da te incassata a ponte.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.