Stile shabby: il fascino dell'arredamento vintage

Giulia Vola
  • Trasandato solo all'apparenza, in realtà decisamente chic, lo shabby chic è lo stile di arredamento tra i più cool degli ultimi tempi che gioca con le tinte chiare e il fascino del vintage.

    Lo stile shabby chic ha conquistato il gusto di molti grazie all'arte del riciclo con eleganza.


    Shabby chic, ovvero quello stile (all'apparenza) trasandato (in realtà) molto chic. Un vero e proprio manuale di arredamento in materia non esiste perché, come tutte le tendenze figlie del Terzo Millennio, è la sintesi dei dettagli a dare l'effetto finale: basta un divano vintage o un tortora decapato (sbiancato) in una sala dalle pareti rigorosamente chiare e il gioco è fatto. 

    L'importante, per un effetto (poco) shabby e (molto) chic è scegliere le giuste tinte - colori pastello, dal beige all'avorio passando per il tortora e dal grigio chiaro al bianco passando per il celeste - e i giusti materiali, possibilmente naturali: legno, ferro battuto, lino e cotone grezzo per i tessuti. Per il resto vale (quasi) tutto: voliere, valige in cuoio, poltrone, madie, lampade e via così. Per recuperarli si va in soffitta o a spasso per i mercatini delle pulci, per rimetterli in sesto basta assecondare la voglia di esaltare il fascino del vintage, a volte anche osando in maniera spudorata. Benvenuti nello stile shabby chic.

    Copyright foto: Fotolia
  • Shabby chic: stile nordico


    Un soggiorno shabby chic: luminoso, chiaro e ovviamente vintage.


    Declinare il gusto shabby chic allo stile nordico può creare risultati sorprendenti: il bianco delle pareti, del divano e dei cuscini si sposa con un parquet in legno grezzo a listoni larghi, un tappeto color antracite, un tavolino antico dal sapore indiano, pile di giornali e una lanterna in latta decisamente vintage. Il risultato è un ibrido elegante, shabby e chic.

    Copyright foto: Fotolia
  • Minimalismo in salsa shabby chic


    Chi ha detto che lo shabby chic è ridondante? Basta aver voglia di osare e si declina a tutti i gusti.


    I punti fermi sono sempre gli stessi: le pareti chiare tendono al grigio, il parquet è in legno slavato, il divano, la piantana e la gabbietta sono rigorosamente vintage e sapientemente rimessi a nuovo (e in parte reinterpretati). Per finire due cornici invecchiate, senza foto: anche qui, shabby all'apparenza, in realtà decisamente chic.

    Copyright foto: Fotolia
  • Lo stile shabby chic in cucina


    Legno naturale e colori chiari: la cucina in muratura versione shabby chic è servita.


    Una cucina dal sapore shabby chic ha un tocco country nei materiali naturali (in questo caso il legno grezzo, la pietra del piano di lavoro e la ceramica delle mattonelle) e un altro vintage nella rubinetteria e nelle pentole in rame, a vista. Perché la cucina, con le mensole piene di servizi di porcellana vecchi, piatti spaiati dal sapore vintage e pure qualche pizzo e merletto tra strofinacci e tovaglie, è uno degli ambienti che più si presta ad interpretazioni "trasandate chic".

    Copyright foto: Fotolia
  • Scorci shabby chic


    Un angolo della casa in stile shabby chic: bastano pochi dettagli per fare la differenza.


    Per creare scorci in salsa shabby chic si va a caccia in soffitta, in cantina, nei mercatini delle pulci e chi più ne ha ne metta: una vecchia valigia rimessa a nuovo senza che si noti troppo, un vaso con fiori shabby e pure chic, una poltrona in legno grezzo dai tessuti pastello e un cuscino di pizzo, una toilette rigorosamente anticata e una tappezzeria dai colori chiari e il sapore vintage solo in apparenza. Ecco un bottino perfetto! Altri dettagli caldamente consigliati per l'effetto desiderato sono le candele e vasi e vasetti di latta assortiti dove mettere (anche) mazzetti di lavanda. 

    Copyright foto: Fotolia
  • Sala da tè al gusto shabby chic


    Per gli amanti dello shabby chic estremo ecco la sala da tè dei sogni.


    Nella versione più estrema, lo shabby chic può dar vita ad ambienti d'altri tempi: una sala da , per esempio, un angolo della casa dedicato all'intimità di un pomeriggio con un'amica o una domenica in famiglia, trascorso tra un pizzo e un merletto, una decorazione fai da te (in stile shabby chic potete creare cornici di conchiglie, corone o centro tavola intrecciando pigne e limoni) e un mazzo di fiori.

    Copyright foto: Fotolia
  • Lo stile shabby chic a tavola


    Ariosa, chiara nei toni e con dettagli vintage: la sala da pranzo shabby chic.


    Tende grigie e beige alle pareti, una credenza in legno slavato stracolma di vasellame (di una volta, s'intende), il tavolo della nonna dalle forme arrotondate, le sedie sbiancate e l'immancabile mazzo di fiori (in questo caso tulipani) ad illuminare l'ambiente già di per sé luminoso: lo shabby chic è in tavola.

    Copyright foto: Fotolia
  • Stile shabby in camera da letto


    Per la camera da letto shabby chic le tonalità del beige.


    Dagli echi romantici, lo shabby chic in camera da letto pretende copriletto trapuntati, comodini in ferro battuto e lampade ad effetto fai da te, rigorosamente diverse l'una dall'altra. Le tende sono in lino e dovrebbero esserlo anche le lenzuola. Gli scendiletto sono impunturati a mano. Il pavimento è in cotto e detta la sinfonia delle tonalità: l'effetto shabby chic vira dal beige all'avorio.

    Copyright foto: Fotolia
  • Dettagli shabby chic: i mobili decapati


    Un armadio in legno decapato: un dettaglio che dà all'ambiente l'aspetto shabby chic.


    Tra tutti gli accessori shabby chic, i mobili in legno decapato, giocano il ruolo dei protagonisti. La vernice è slavata, tende al bianco e dà l'impressione che gli arredi siano stati recuperati dalla soffitta della nonna. Le tende di lino, le scatole di cuoio e un antico lavabo in ferro battuto (bianco) contribuiscono al resto della fascinosa scenografia del passato rivisitato

    Copyright foto: Fotolia
  • Stile shabby anche in bagno


    Bagno in versione shabby chic: dovizia di dettagli e tinte pastello.


    Mattoni a vista sulla parete sbiancata (e resa idrorepellente con uno smalto ad hoc), lo specchio incorniciato nel legno anticato con la pittura dal tratto imperfetto, il lavandino ricorda quelli delle lavandaie di un tempo, mentre gli asciugamani nelle tinte del beige e del grigio sono a portata di mano in cestino di vimini rivestito di lino: nel bagno lo shabby chic si manifesta nei materiali e nei dettagli perciò la scelta deve essere accurata. Buon lavoro!

    Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.