Primo appuntamento: consigli su come comportarsi, cosa dire, cosa fare

Elena Bianchi

Il primo appuntamento può trasformarsi nell'inizio di una storia. Visto che bastano 7 secondi per giudicare ed essere giudicati, ecco come fare bella impressione. 

Se il primo appuntamento è una cena allora puntate sul rossetto rosso per sedurlo. © Luca Bertolli/123RF


Consigli per il primo appuntamento: premesse

I consigli per il primo appuntamento riguardano le ore che lo precedono: come vestirsi, come truccarsi e quale profumo scegliere. Decisioni che vanno prese con cura perché se l’importante è sentirsi a proprio agio, in casi come questi l’abito fa il monaco e, come spiega la psicologa Linda Blair in Straight Talking, bastano 7 secondi per giudicare ed essere giudicati. “Non è un processo consapevole - spiega l'esperta -, quindi non ci rendiamo nemmeno conto che lo stiamo facendo ma risale alle origini primitive quando non ci si poteva permettere di fare scelte sbagliate”. Chiarito questo, scegliete con cura l’outfit cercando la giusta via di mezzo tra un look seducente e chic, in grado di valorizzare la silhouette ma non troppo provocante. Mise che, naturalmente, va declinata a seconda che il primo appuntamento sia un caffè, una passeggiata, un pranzo, un aperitivo o una cena. Un’attenzione particolare dedicatela al colore del rossetto che, secondo quanto scrive la psicologa Karen Pine nel libro Mind What You Wear: The Psychology of Fashion, trasmette messaggi inequivocabili a chi sta seduto di fronte.


Come comportarsi al primo appuntamento?

Facile a dirsi, meno a farsi, al primo appuntamento bisognerebbe riuscire a tirare fuori il meglio di sé, fare della sana ironia sui propri difetti (come spiega la matematica dell'amore di Hannah Fry), mostrarsi rilassate e fiduciose, entusiaste e curiose avendo cura di saltellare da un argomento all’altro senza sbilanciarsi mai troppo. A proposito di che cosa non fare, invece, è meglio non alzare il gomito, non abbuffarsi, non urlare, non sbuffare, non attaccarsi al cellulare e non guardare l’orologio. In ogni caso, mentre vi arrovellate su come comportarvi, il linguaggio del corpo lancia segnali e comunica per voi secondo i codici dell’attrazione, stabilendo o meno quella magica sintonia con chi si ha di fronte.


Primo appuntamento: cosa dire (e non dire)

Vuoi per alimentare il mistero, vuoi per prendere le misure, vuoi per evitare figuracce o, peggio, di offendere chi avete di fronte, al primo appuntamento è meglio rimanere sul vago ed evitare i riferimenti troppo personali. A proposito di argomenti di cui parlare per scoprirvi e scoprire i gusti e le attitudini del fortunato, il bacino è sterminato: dalla cucina ai viaggi passando per lo sport; dal cinema alla musica passando per le serie tv; dai sogni nel cassetto a quelli che avete realizzato, ne avete per chiacchierare per giorni e giorni.


Cosa fare al primo appuntamento: sesso sì o no?

Se è vero che in amor vince chi fugge, al primo appuntamento la fuga va messa in atto con le dovute cautele onde evitare di esasperarlo e indurlo a cambiare la sua preda. Per la serie: sesso sì o no dopo il primo appuntamento? Se il corteggiamento che vi ha condotto uno di fronte all’altra è stato lungo e sensuale e vi ha dato la possibilità di scoprirvi e desiderarvi un giorno sull’altro, allora potete permettervi di avere un atteggiamento più seducente e, se lo ritenete opportuno, salire a casa di lui se vi invita. Altrimenti, se il primo appuntamento segna l’inizio della conoscenza vis-à-vis, allora un po’ di attesa contribuisce ad alimentare il desiderio e la voglia di rivedersi.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.