Diete iperproteiche: i rischi per la salute

Elena Bianchi
Le diete iperproteiche, come la celeberrima Dieta Dukan, comportano dei rischi notevoli per la salute e possono causare degli squilibri alimentari. 

Un apporto proteico eccessivo è dannoso per l'organismo e non aiuta a dimagrire.


Le proteine sono delle sostanze nutritive fondamentali per il buon funzionamento del nostro organismo, insieme a grassi e carboidrati. Per mantenersi in forma e in salute, bisogna assumere questi macronutrienti nelle giuste proporzioni: 15-30% di proteine, 40-55% di carboidrati e 30-40% di grassi, a seconda dello stile di vita e dell'attività fisica svolta. Nelle diete iperproteiche, questo equilibrio alimentare viene compromesso da un apporto eccessivo di proteine, a discapito di grassi e carboidrati.

Una dieta equilibrata fornisce proteine a sufficienza

C'è chi, per fare il pieno di proteine, ricorre a barrette iperproteiche e polveri liofilizzate. Questi nutrienti, in realtà, sono abbondanti anche in natura, e si trovano ad esempio: 
  • nella maggior parte dei pesci (magri, grassi, affumicati o anche in scatola);
  • nella carne (vitello, manzo, coniglio...);
  • nei legumi e nei cereali (lenticchie, piselli, fagioli rossi, avena, orzo, grano saraceno, quinoa, crusca di frumento...). 
  • nell'uovo e nei prodotti caseari;
  • nella frutta secca (mandorle, noci...) e nella soia.
Una dieta equilibrata fornisce un apporto proteico sufficiente per il corretto funzionamento dell'organismo. Un eccesso di proteine, invece, può essere dannoso per la salute. 

Una dieta inefficace

Le diete iperproteiche promettono una perdita di peso rapida e duratura. Attenzione: dimagrire velocemente significa sottoporre l'organismo a un forte stress. Quando si ricomincia a mangiare normalmente, il corpo tende ad accumulare delle riserve nella prospettiva di dover far fronte a una nuova “carestia”. In poco tempo, si riprendono i chili persi, e magari anche qualcuno in più. Le diete efficaci, invece, sono quelle che permettono di perdere peso in maniera progressiva, adottando un'alimentazione bilanciata, facile da rispettare anche alla fine della dieta vera e propria.

I rischi per la salute

Oltre a non essere efficaci, le diete iperproteiche provocano dei rischi per la salute. L'organismo, non trovando negli alimenti assunti abbastanza grassi e carboidrati per il suo corretto funzionamento, deve cercare di utilizzare le proteine in eccesso per sopravvivere. I problemi più diffusi sono:
  • un’iperattività renale, pericolosa nel medio e lungo termine;
  • affaticamento, ipotensione, crampi (associati a debolezza muscolare), perdita delle sensazioni alimentari (desiderio, fame, sazietà);
  • problemi intestinali, in primis la costipazione, dovuta alla mancanza di fibre nell'alimentazione;
  • alito cattivo, dovuto al rilascio di corpi chetonici;
  • disturbi dell'umore (irritabilità, aggressività), mal di testa o disturbi mestruali
Questo elenco non è esaustivo e possono manifestarsi molti altri effetti collaterali quando si inizia una dieta non equilibrata. In presenza di uno o più di questi sintomi, bisogna assolutamente rivolgersi ad un medico. E al medico bisognerebbe rivolgersi anche prima di iniziare una dieta: il fai da te è sempre dannoso per la salute. 

Copyright foto: Istock

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.