9 combinazioni alimentari sbagliate se si vuole dimagrire

Cristina Piotti
  • Quali associazioni alimentari scegliere? Quali sono invece i cibi da non abbinare per dimagrire? Ecco una tabella di marcia per evitare matrimoni infelici al palato e allo stomaco.
     

    Abbinamenti alimentari giusti: per esclusione vi diciamo quali evitare. © rawpixel / 123RF


    La tabella degli abbinamenti alimentari corretti ha un altro lato della medaglia: gli abbinamenti da evitare accuratamente. Quelle combinazioni alimentari che, vuoi perché difficili da digerire, vuoi perché sbagliate a livello di regime nutrizionale, non sono ben assortite. Alcune sono quasi scontate, altre abbastanza inaspettate.

    In linea di massima, la regola che vale sempre è quella di cercare di non combinare troppe categorie alimentari, troppi alimenti grassi, oppure cibi con tempi di digestione molto diversi. Poco importa che ci siano binomi saporiti oppure grandi classici del piatto: ecco nel dettaglio i legami cui tenersi alla larga, anche nelle preparazioni e nelle ricette.  

  • Cosa abbinare ai legumi? Di certo non il latte!

    Unire legumi e latte non è una buona idea. Ecco perché. © Monchai Tudsamalee / 123RF


    La regola vuole che si eviti di unire due classi di alimenti diversi come le proteine vegetali e il formaggio. Perché?

    La motivazione è abbastanza semplice: la diversa composizione in aminoacidi può portare a problemi di digestione. Ecco perché è bene evitare di far incontrare latte e formaggi con lenticchie e borlotti.

  • Abbinamento di carne e pesce

    Attenzione a non mischiare carne e pesce, anche se alcuni piatti mari e monti li prevedono. © karandaev / 123RF


    Gamberi e pancetta? Paella mista? Sicuramente ricette di grande effetto e indubbio sapore. Il problema però è che si tratta di classi di proteine che digeriamo secondo tempi, ambienti e in base ad enzimi diversi.

    Quindi si rischia che la digestione non avvenga in modo corretto, lasciando spazio a quel fastidioso senso di gonfiore che, a fine pasto, non è mai facile da tollerare.  

  • No a carne, uova e pesce insieme

    Ci sono ricette che uniscono pesce e uova. © posinote / 123RF


    Ci sono delle combinazioni alimentari che nascondono parecchie insidie. Prendiamo le uova di quaglia e il salmone, oppure il tonno con le uova sode. Sicuramente ottimi sul piatto, un piacere anche per la vista. Ma attenzione, sono abbinamenti pesanti per il nostro stomaco. Non solo, il carico di proteine è davvero eccessivo e si rischia di superare la quantità giornaliera raccomandata.

  • Associazioni alimentari per dimagrire: mai salumi e uova

    Quando il troppo stroppia: ad esempio unire i salumi alle uova, non va bene. © posinote / 123RF


    Un’associazione cui tenersi alla larga se si vuole dimagrire è quella di salumi e uova. Prima di tutto gli insaccati sono una fonte di sodio, che peggiora lo stato della cellulite e favorisce la ritenzione idrica.

    Non solo: si tratta di due alimenti cui si deve stare lontani, se non volete vedere il colesterolo impennarsi.

  • Abbinare i cibi e perdere peso: evitare pasta e patate

    Amate, amatissime insieme: ma pasta e patate non vanno proprio bene per la linea. © Sergii Koval / 123RF


    Gli abbinamenti che aiutano a perdere peso sono quelli che distinguono: o la pasta, o le patate. Abbinate ad esempio la pasta alle zucchine, o con un buon sugo di verdure. Le patate, bollite o al forno (con poco olio) con un buon pesce alla griglia, oppure in umido. Ma nonostante sia buona e saporita, la pasta con le patate insieme è un attentato alla linea.

  • Combinazioni alimentari sbagliate: pane e pasta

    Mangiare pane e pasta ai pasti, insieme, non va bene se si vuole mantenere la linea. © Vetre Antanaviciute-Meskauskiene / 123RF


    Un piatto di pasta al sugo da terminare facendo l’immancabile scarpetta è una goduria, ma non per la linea. Questo non significa, contrariamente a quanto si crede, che per dimagrire si debba dire addio ai carboidrati, anzi. Si tratta di una classe di alimenti che costituisce una riserva energetica molto importante per il nostro organismo. Ma non vanno combinati assieme, ai pasti, per evitare di eccedere

  • Mangiare legumi e frutta: attenzione

    Combinare legumi e frutta non è proprio l’idea. ©  Narinnate Mekkajorn / 123RF


    Fibre su fibre, certo. Anche troppe. In Oriente sono molti i dolci che combinano alcuni legumi, ad esempio i fagioli azuki, con della frutta fresca. Può sembrare una ottima idea, eppure non si tratta di una scelta ideale a livello di digestione, perché i tempi con i quali riescono ad essere elaborati dagli enzimi non sono sempre gli stessi.

    Quindi? Quindi meglio consumarli in differenti preparazioni e in diversi momenti della giornata.

  • Combinazioni alimentari frutta e formaggi

    Frutta e formaggio è un mix molto amato dai gourmand. Ma non è per tutti.  © nikkiphoto / 123RF


    Frutta e latticini, insieme: non hanno gli stessi tempi di digestione né sono digeriti allo stesso modo. Ma soprattutto, si tratta di un connubio ad alto potenziale fermentativo, che va evitato se si soffre di colon irritabile o altre patologie dell’intestino. Perché, per il resto, si tratta di due alimenti ottimi per il nostro benessere.

  • Abbinare uova e spinaci: attenzione

    Frittata e uova: quali problemi nasconde? Ecco svelato il mistero. © iuliian / 123RF


    Chi lo avrebbe mai detto. Una bella frittata fatta al volo in padella e insaporita con degli ottimi spinaci freschi o surgelati. Oppure dei buonissimi souffle agli spinaci: meglio di no! Quel che non tutti sanno, infatti, è che ci sono degli elementi degli spinaci, chiamati fitati, che riducono molto la nostra capacità di assorbire il ferro, ad esempio quello contenuto nel tuorlo dell’uovo. 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.