Semi di chia: proprietà, uso e benefici

Cristina Piotti

I semi di chia, un superfood ormai diventato sempre più comune anche in Italia. Merito delle sue innumerevoli proprietà: ecco quali sono.
 

Seme di chia: un piccolo concentrato di sapore e benessere, da poco in uso anche da noi.  © Brent Hofacker / 123RF


Chia, e i suoi semi piccoli e nerissimi, è il nome di una pianta che è accomunata alla menta, visto che fanno parte della stessa famiglia. Conosciuta ufficialmente come Salvia hispanica, è arrivata in Europa da pochi anni.


Cosa sono i semi di chia

La Salvia hispanica è la pianta che, con il nome di Chia, è ormai ben presente sugli scaffali di mezza Europa. Si tratta di una pianta nativa Messico e del Guatemala, che si è guadagnata il nome di super cibi (scopri quali sono) grazie alle proprietà benefiche dei suoi semini. Piccolissimi, generalmente di colore grigio-nero, si trovano però anche in sfumature che vanno dal bianco al marrone scuro.


Dove si trovano i semi di chia

Dove comprarli, questi semini dalle molteplici proprietà benefiche, è presto detto. Confezionati in buste si possono comprare in erboristeria ma anche nei supermercati più forniti, insieme a semi di lino (che fanno molto bene ai capelli) o di zucca. Si trova anche online, oppure, nella versione biologica, nei negozi di commercio equo e solidale e nei punti vendita dedicati ai prodotti biologici.
 

Valori nutrizionali

Secondo le principali tabelle nutrizionali, 100 grammi di semi di chia apportano circa 486 calorie. Contengono inoltre 5,80 grammi di acqua, 430 grammi di grassi (soprattutto polinsaturi) 42 grammi di carboidrati e in particolare, 34 grammi di fibre e 16 grammi di proteine.


Proprietà dei semi di chia

Proprietà, rispetto a questo quadro nutrizionale, non mancano. Scopriamo infatti che i semi di Chia apportano vitamina C (leggi a cosa serve), di cui sono ricchi, oltre ad altri importanti elementi come calcio, ferro, potassio e magnesio. L’apporto di Omega3 (che si calcola essere circa 20 grammi in 100 g di semi di prodotto), è persino superiore a quello che, a parità di peso, si trova in tonno e salmone (anche se, ovviamente, è sconsigliabile mangiare tali quantità di chia, come vedremo). Inoltre si tratta di un alimento adatto a celiaci e intolleranti, perché privo di glutine e metalli pesanti.


Benefici

Le proprietà benefiche dei semi di chia li rendono ideali per curare gli stati processi infiammatori, ma anche per ridurre il rischio di disturbi cardiovascolari. Come noto, inoltre, l’assunzione di omega 3 e antiossidanti è utile per prevenire alcune forme di cancro, mentre le fibre sono ottime per il controllo dei livelli di zuccheri nel sangue, dopo i pasti. È sempre il buon valore di omega3, a renderli adatti anche alla gravidanza, fase durante la quale questo elemento è fondamentale.


Uso

Come usare i semi di chia e in quali ricette impiegarli resta sempre un dubbio. L’utilizzo dei semi, e come mangiarli, è in realtà molto semplice e vario, perché i semi possono essere consumati interi o macinati, crudi o ammollati. Si possono quindi unire allo yogurt o al latte, anche di soia, a colazione: lasciandoli in ammollo la notte prima creeranno un goloso pudding gelatinoso. Oppure si possono unire a noci e cereali, come spuntino, per guarnire della frutta fresca. Sono ideali per accompagnare delle insalate con una nota croccante, ma sono anche perfetti per essere incorporati ad una zuppa calda.


Posologia

La dose giornaliera dei semi di Chia è abbastanza ridotta: si consiglia di consumarne circa un massimo di un cucchiaio da tavola. Questa quantità giornaliera corrisponde circa a 15-20 grammi, che non vanno superati per evitare un effetto lassativo. In caso di gravidanza o problemi di salute è comunque fondamentale rivolgersi al medico prima dell’assunzione.


Controindicazioni

Effetti collaterali, ad oggi, non sono noti. Il superamento delle dosi consigliate, tuttavia, potrebbe causare reazioni di ipersensibilità, gonfiore, crampi e diarrea. Il forte quantitativo di acidi grassi Omega-3 fa sì che il superamento delle dosi consigliare possa favorire una interazione con altri farmaci, ad esempio gli anticoagulanti.


Prezzo

Il costo della chia, e in particolare dei suoi semi, varia molto a seconda del formato e del luogo d’acquisto. Online si trovano certamente le offerte migliori, ma spesso nei negozi specializzati e biologici è possibile trovare i prodotti migliori. I prezzi medi si aggirano comunque attorno ai 28 euro al chilo, con confezioni che vanno da 70 ai 300 grammi l’una.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.