I benefici delle mandorle

Cristina Piotti

Le mandorle, sia tostate sia fresche, sono da sempre considerate ottime per la salute, ma anche un aiuto importante per combattere alcuni problemi estetici.  
 

Mandorle: proprietà, e benefici, sono conosciuti fin dall’antichità. Ecco come usarle al meglio.   © Baiba Opule / 123RF


Mangiare mandorle, come snack sano oppure sotto forma di bevanda, è una abitudine sana e intelligente. Sono numerosi infatti i benefici che assicura. A patto, come vedremo, di rispettarne le dosi.


Le mandorle fanno bene?

Proprietà nutritive

Partiamo dalla notizia dolente: le calorie di una mandorla non sono certo poche. Basta mangiarne 100 grammi per ottenere 603 calorie. Apportano pochissima acqua e carboidrati (inclusi amido, zuccheri solubili e fibre, soprattutto insolubili). Ma sono ricche invece di lipidi, nella fattispecie grassi polinsaturi, monoinsaturi e saturi. Attenzione però, non tutto il grasso viene per nuocere: è assente il colesterolo e non mancano le proteine. Importante poi, se possibile, mangiare la pellicina che le ricopre: è ricca di preziosi antiossidanti.


Proteine delle mandorle

L'apporto proteico delle mandorle, se lo paragoniamo ad altri alimenti di origine vegetale, è infatti abbastanza elevato ed è per questo motivo che viene comunemente considerata una buona fonte proteica per le diete vegetariane e vegane.


Le mandorle fanno ingrassare

Ecco quindi che si conferma quanto si teme: le mandorle fanno sicuramente ingrassare se mangiate in quantità eccessiva. Il peso calorico che apportano infatti è sicuramente a rischio, ma i benefici non sono pochi. Quindi, per evitare che le mandorle facciano incrementare il nostro peso, basta mangiarle in quantità ridotta.  


Quante mandorle si possono mangiare al giorno? 

Quante mandorle al giorno, quindi, per evitare che il peso lieviti? Vale la medesima regola che si applica, in generale, alle frutta secca: circa 30-35 grammi massimi, che quindi corrispondono circa ad una quindicina di mandorle.


Benefici

La frutta secca, e in particolare le mandorle, sono una ottima fonte di vitamine e sali minerali, indispensabili per il benessere del nostro organismo, in particolare della pelle. Proteine vegetali e fibre, poi, sono molto utili a facilitare le funzioni del nostro intestino. In particolare l’apporto di magnesio è importante perché supporta il sistema nervoso quando è sottoposto a stati di stress o affaticamento, mentre il calcio, come sappiamo, è utile al benessere delle ossa.
 

Benefici del latte di mandorla

Non solo mandorle fresche o tostate, però: anche sotto forma di latte, che spesso può essere autoprodotto, è possibile consumare questo alimento, che essendo ad alto contenuto di acqua, cui si aggiunge il magnesio della mandorla, diventa una bevanda energetica, distensiva (è una delle proprietà del magnesio) e calmante per l’intestino, oltre che ovviamente rinfrescante e adatta a chi è intollerante al latte vaccino.


Benefici dell’olio di mandorla

Una forma diversa, ma non commestibile, della mandorla è l’olio. In questo caso è il frutto, principalmente, di mandorle dolci (quella amara infatti è potenzialmente velenosa). Si tratta di un prodotto che, molto usato in cosmetica, ha proprietà antiossidanti, anti-smagliature e antirughe. Per questo viene usata molto in gravidanza, per rendere più elastica la pelle.
 

Controindicazioni

Le mandorle, come del resto grande parte della frutta secca, sono sconsigliate in caso di calcoli renali e biliari, ma anche nel caso si sia soggetti a forme di herpes, perché contengono un aminoacido chiamato arginina che, stando alle ricerche in merito, potrebbe favorire la ricomparsa del virus.


Potrebbe interessarti anche: I valori nutrizionali delle mandorle

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.