Cannella: benefici e controindicazioni

Cristina Piotti

Le proprietà della cannella dimagrire? Sono tanti i benefici, veri o supposti, che si riferiscono a questa spezia dai numerosi utilizzi.
 

Proprietà della cannella per dimagrire: sarà vero? Ecco cosa dice la scienza. ©  Roman Tsubin / 123RF


Benefici della cannella per dimagrire: sono veri? E in quali altri casi questa spezia fa bene? Parliamo, nello specifico di piccoli cilindri che si estraggono da un involucro di sughero, poi usati interi o polverizzati. La pianta fa parte della famiglia della Lauracea e deriva a seconda della variante dallo Sri Lanka (color nocciola, più pregiata) e dalla Cina (rossastra e meno pregiata).

 

Proprietà della cannella

In fitoterapia, sono note le sue proprietà antisettiche, utili in caso di sindromi influenzali o da raffreddamento. Anche a livello di digestione queste proprietà sono utili, insieme a quelle antimicrobiche e astringenti: la cannella è utile infatti contro diarrea, flatulenza e dispepsia. Oltre, come già visto, a ridurre i livelli dello zucchero nel sangue. Si usa la stecca, immergendola in un liquido, oppure sotto forma di polvere o di olio essenziale. 

 

Cannella per dimagrire

Uno studio condotto dalla University of South Carolina Beaufort, negli Stati Uniti, ha provato i benefici di questa spezia sugli zuccheri nel sangue, in particolare il suo consumo porterebbe ad un miglioramento dei parametri della glicemia nel sangue, dei valori dei trigliceridi e dell’indice di massa corporea (IBM) e del peso. Il tutto è strettamente correlato: facilitando l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, e riducendo così il livello di glicemia, la cannella contrasta il grasso addominale e facilita la perdita di peso corporeo.

 

Cannella e miele

Una buona abitudine può essere quella di consumare insieme miele e cannella, per aumentare le difese immunitarie (il miele è un antibiotico naturale, la cannella è energizzante), combattere il mal di gola e migliorare la digestione, grazie ad un infuso che calmi l’acidità, da bere anche prima di pranzo.

 

Controindicazioni della cannella

Un uso eccessivo può renderela tossica per fegato e reni. Per lo stesso motivo va evitato l’uso della cannella in gravidanza, in allattamento e nei bambini sotto i 5 anni. L’olio essenziale, nei soggetti sensibili e se usato non veicolato, può portare  a reazioni allergiche. Infine, l’effetto stimolante fa sì che un abuso generi tachicardia e diarrea quindi è importante non eccedere.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.