Il latte fa male? Gli effetti sull'uomo

Cristina Piotti
Il latte fa male agli adulti, secondo alcune teorie. Che sono però smentite dagli esperti, che portano risultati molto diversi.

Il latte fa ingrassare, dicono i critici di questo alimento.


Perché il latte fa male agli adulti, si chiedono molti consumatori che hanno letto questa teoria in rete? Si tratta ovviamente di una bufala, che molti esperti cercano di sfatare.

Latte e derivati fanno male 

Contro questa diceria arriva la presa di posizione dell'ex Inran, l’Istituto nazionale per la ricerca e la nutrizione, che oggi si chiama Cra-Nut (Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura). L’istituto ha presentato proprio uno studio che dimostra tutti i benefici di questo alimento. In particolare il consumo di latte e derivati nelle dosi raccomandate, spiegano gli esperti, è protettivo contro osteoporosi, ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro. Senza dimenticare l’apporto di calcio, importante per prevenire osteoporosi e obesità. Rispetto a molte fonti vegetali (latte di riso, o di soia), è bene ricordarlo, il latte resta una fonte privilegiata di questo elemento che fa bene alle ossa.

Bere latte fa male: come nasce la diceria

Perché in tanti sono convinti del fatto che il latte faccia male? "Oltre alle motivazioni etiche, moltissimi si schierano contro il latte per motivi invece banali come 'l’uomo è l'unico animale adulto che continua a bere latte da adulto' o ancora: 'quando si è evoluto il sistema metabolico umano gli uomini non si nutrivano di latte, grano e legumi” ha spiegato Andrea Ghiselli di Cra-Nut. “Ma, come abbiamo dimostrato, tutte queste opinioni non hanno alcun fondamento scientifico. Quanto a chi ritiene di avere problemi digestivi, oggi è possibile assumere i benefici nutrizionali del latte nella forma a ciascuno più gradita: dalle diverse tipologie di latte con ridotto contenuto di grassi o di lattosio, allo yogurt ai formaggi".

Latte fa bene o male: risponde Veronesi

Tra le tanti istituzioni scientifiche scese in campo contro questa diceria, c’è anche la Fondazione Veronesi, che cita (smentendola) la convinzione di una presunta correlazione tra consumo di latte e tumori. Un rischio esaminato e rigettato, scrive la fondazione, basandosi su una revisione di studi pubblicata sul Journal of American College of Nutrition. Viceversa, anzi, ci sono segnali di un probabile effetto protettivo del latte e dei derivati nei confronti del tumore del colon-retto, spiegano. 

Copyright foto: puhhha / 123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.